Pacchetti regalo green, le idee décor per Natale

Pacchetto regalo "green"
Fiori, rami, foglie, cannella, anice stellato, frutta essiccata, stoffa: tante idee décor naturali per realizzare pacchetti regalo “green”.

Hai preparato dei regali “green” e vuoi stupire con un pacchetto ecologico e originale, collegato simbolicamente alla natura e alle piante?

Scopri le idee décor che noi di Floralist abbiamo scelto per te!

Indice: carte, nastri e biglietti d'auguri!

Segui Floralist sui Social!

I pacchetti regalo di Natale “vegetali”, tra storia e simbologie

Già nel II secolo a.C. i Romani festeggiavano il solstizio d’inverno con i Saturnalia, scambiandosi come regalo ceste di cibo, prodotte con foglie intrecciate e contenenti rametti di alloro, olive e fichi secchi, a protezione dei raccolti.

La tradizione della “strenna natalizia”, nel Novecento, era legata alla povertà e alla scarsità di cibo (i contadini regalavano cesti colmi di prodotti della terra a medici e parroci).

I diversi tipi di carta regalo

Di origine vegetale, la carta può avere diversi tipi di fibre e consistenze: quella di paglia (pasta di frumento e pressatura) era usata nelle botteghe per confezionare alimenti sfusi. Adoperata oggi per i pacchi regalo, è marroncino neutro e si presta a vari tipi di decorazioni e abbinamenti.

La carta di riso (in tinta unita o con fiorellini o foglioline pressate) ha una consistenza particolare (effetto “stropicciato”) e molto allegre sono le carte stampate con speciali tecniche, inchiostri, finiture e motivi floreali (la carta di Firenze arabescata e dai colori sgargianti con fiori e foglie in oro, colori brillanti ed effetto lucido).

Le carte “nordiche” presentano disegnini stilizzati di alci e piccoli alberi di Natale, pini, foglie, abeti in verde chiaro o scuro.

Le carte olografiche consentono di creare confezioni scintillanti e raffinate (patinate bianche e argento con riflessi e alberi olografici).

Originali gli impacchettamenti con stoffa, carta velina o riciclata. La carta bianca o in tinta unita può essere dipinta artigianalmente con motivi natalizi (alberi o foreste) o decorata con stencil floreali o botanici.

Esistono carte da regalo natalizie decorate con motivi vegetali (alberi, abeti, bacche, funghi, foglie, o pini dorati anche stilizzati).

Carta regalo dipinta

Molto eleganti le carte giapponesi con motivi in oro, rosso e blu e le carte a fiori vintage, patinate e multicolore.  

Una carta green, femminile ed elegante, è quella con alberi di Natale rosa cipria, abeti dorati e rosa pallido, ideale per avvolgere profumi, prodotti di bellezza o legati alla seduzione.

Nastri e fiocchi

Abbelliranno i nostri pacchetti regalo nastri o cordicelle color paglia, bianchi o colorati, in tinta unita o bicromi, larghi, in raso, con fiocchi voluminosi (in cui inserire decorazioni floreali e vegetali), a forma di rami (con foglie di edera) o in organza dorata (con fiori di carta crespa), di carta stampata (motivi floreali) o stoffa fiorata nei colori natalizi (bianco, rosso e verde).

Cesta non nastri per pacchetti regalo

Decorazioni floreali

Con un nastro verde di raso si può confezionare un abete stilizzato da porre sulla sommità del pacchetto regalo (al posto del fiocco) e nel fiocco possiamo inserire rami di abete, pigne, bastoncini, foglie e fiori secchi.

Pacchetto regalo con disco di legno

Divertenti i fiori di carta crespa o velina o i piccoli bouquet di fiori freschi o secchi con stecche di cannella, rametti di vischio, bacche rosse, fette d’arancia caramellate, pigne, funghetti e foglie argentate o dorate con la vernice a spruzzo (effetto neve), ghirlande di edera, abete e salvia da incollare sul pacco, o foglie secche o ingiallite applicate sulla carta e indorate con la vernice a spruzzo.

Romantici i fiori all’uncinetto: rose, margherite, foglie di quercia e ghiande verde chiaro o rametti di foglie con bacche bianche e foglie arancioni, gialle e verdi, rametti di carta o cartoncino da legare intorno al pacco, le foglie di alloro da inserire sotto il nastro, le ghiande vere, le foglie di feltro, o piccoli bouquet di fiori invernali (erica, ciclamino, rosmarino) tenuti insieme in un nastro di pizzo.

Pacchetto regalo con merletto

Scatole, sacchetti e ceste natalizie

Più pratiche le scatole di cartone da dipingere con alberi, paesaggi innevati, foreste e renne o quelle in metallo (per cioccolatini o dolcetti) con motivi floreali e vegetali.
Nelle scatole regalo trasparenti rami di pino e finte palle di neve porremo saponi, sali o perle da bagno, in quelle di cartoncino con nastri e fiocchi di raso rosso inseriremo foglie di abete, alloro o piccole bacche.

Le scatole in stoffa saranno chiuse da nastri, rametti, foglie autunnali o ramoscelli dipinti di bianco, mentre per piccoli pensierini sono adatti sacchetti di stoffa bianchi con alberelli stampati o dipinti, o sacchetti trasparenti per biscotti a forma di stella o di carta con manico chiusi con nastrini e bacche rosse, rametti di abete, stecche di cannella, pigne e anice stellato.

Molto di effetto le ceste che uniscono fiori misti e piante stagionali nelle tonalità del rosso, bianco e verde a spumanti e panettoni.

Cesto di vimini con piante, candele e addobbi natalizi

Bigliettini di auguri

Si possono confezionare bigliettini di auguri in cartoncino con dei fiori applicati (girasoli, rose, fiori secchi) in tinta con la carta del regalo, o bigliettini in legno o bambù con incisi motivi floreali (margherite, primule, rose).

Divertenti i biglietti di auguri “pop up” (un fiore tridimensionale che spunta all’apertura).

Biglietto d'auguri con vischio

Cosa simboleggiano le piante delle nostre decorazioni?

  • L’abete sempreverde rappresenta il ritorno della luce, della primavera e l’immortalità. I suoi aghi, che non cadono in inverno, costituiscono un inno alla vita. Per gli antichi Greci era l’albero sacro alla luna (Artemide) protettrice delle nascite, mentre per i Celti era collegato alla nascita del fanciullo divino e proteggeva dalle energie negative.
  • La pigna è emblema di montagne e boschi: nel Nord Europa era collegato alla elevazione spirituale e nelle antiche civiltà (Egitto, Babilonia, Grecia) ornava balconi e terrazze simboleggiando l’unione profonda tra terreno e divino.
  • La cannella rappresenta, nel linguaggio dei fiori, la sacralità e la celebrazione della divinità. Originaria del giardino dell’Eden era collegata alla Fenice (che prima di morire raccolse ramoscelli di mirto, incenso, sandalo e cannella per intrecciare il proprio nido con un gradevole profumo).
  • L’anice stellato è simbolo di protezione dal male e dalle avversità e il suo profumo stimola l’amore, provoca sogni profetici, porta prosperità e felicità (i semi negli incensi aumentano le facoltà meditative).

Foto di apertura di Lucie Liz, da Pexels

Patrizia Sivori

Questo articolo è stato curato da un’amica di Floralist:
Patrizia Sivori, Dottoressa in Lettere Moderne, Specialista in Beni archivistici e librari, con una passione per gli antichi libri di botanica, gli erbari medievali, le piante e la letteratura. 
Alla prossima!

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle Vota l'articolo!
loadingLoading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *