Menta e Mojito, la ricetta dell’estate

Mojito: rum, zucchero di canna, lime e menta fresca
Il Mojito è uno dei cocktail più amati, soprattutto d’estate. Per prepararlo serve la menta, sì, ma quale? Scopri i principali tipi di menta e i loro usi.
1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (1 Media dei voti: 5,00 su 5)
loadingLoading...

Arriva l’estate, arriva la voglia di qualcosa di fresco! Noi di Floralist amiamo la menta, sia per preparare degli ottimi mojito, sia per dare un po’ di sprint alle ricette in cucina!

Indice:

Segui Floralist sui Social!

Menta, mojito ed Ernest Hemingway

1 In un tumbler alto pesta 1 cucchiaio di zucchero di canna sul fondo del bicchiere con lime lavato e tagliato a spicchi.

2 Aggiungi ghiaccio tritato fino al bordo.

3 Unisci rum bianco, soda (o acqua tonica) e menta fresca e mescola bene.

Questa è una delle ricette più classiche per preparare il Mojito, il cocktail di origine cubana popolarissimo ne La Bodeguita del Medio, uno dei locali più famosi dell’Avana vecchia già ai tempi di Ernest Hemingway e Pablo Neruda.

Bodeguita del medio, L'Avana

Sì, ma ci sono oltre 300 tipi diversi di menta, qual è quella giusta per i diversi usi?

M. mojito

Si chiama proprio così, mentha mojito o mentha spicata, ma noi la conosciamo anche con il nome di mentastro verde, mentre a Cuba la chiamano Hierba buena.

M. marocchina

Chiamata anche menta nanah, è usata nei paesi nord-africani e mediorientali per preparare il celebre the verde bollente e zuccheratissimo, servito in bicchierini di vetro decorati. Il the è un vero e proprio rito, da gustare con calma più e più volte; per questo le popolazioni berbere sono solite dire che “il primo bicchiere è zuccherato come la vita, il secondo dolce come l’amore e il terzo amaro come la morte”.

M. piperita

E’ una delle varietà più famose, conosciuta già ai tempi degli antichi Egizi e dei Romani per le sue proprietà curative derivanti dall’alto livello di mentolo che contiene. Ha un aroma molto forte, ti consigliamo di raccogliere le foglie subito prima della fioritura. Puoi usarla in cucina per esaltare carote e zucchine, per realizzare salse (come quella che accompagnano all’agnello) o per aggiungerla alla macedonia.
Altri usi che ti consigliamo: puoi realizzarci infusi con proprietà digestive e antiinfluenzali; puoi piantarla vicino alle piante che più vengono attaccate dagli afidi (ad esempio le rose), puoi aggiungerla nei sacchetti profumati della biancheria e nei potpourri

Mentuccia romana

Si presenta con foglie più scure e affusolate e con un profumo e un profumo più delicato. Viene usata in alcune ricette tipiche della cucina romana, come la famosa trippa.

Pollice verde

La menta è adatta per tenere lontane zanzare e moscerini. Ha bisogno di acqua e luce per crescere, ma attenzione perché è un’erba infestante che tende ad allargarsi molto se lasciata libera di crescere.

Abbiamo parlato di

  • Mentastro verde, Mentha spicata o mojito
  • M. marocchina, Mentha spicata “Moroccan”
  • M. piperita, Mentha × piperita
  • Mentuccia o nepitella, Clinopodium nepeta

Foto in apertura di Giorgio Giorgi da Pixabay 

2 commenti su “Menta e Mojito, la ricetta dell’estate”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *