Mandorlo, mandorle e una morbida golosità

Ciotola di mandorle, latte e margherita
Tutto sulle mandorle e l'albero del mandorlo: utilizzo in cucina e proprietà benefiche, prodotti di bellezza fatti in casa, simbologie e curiosità!

Le mandorle sono un regalo della natura che offre un mix irresistibile di sapore, versatilità e benefici per la salute.

Dall’albero del mandorlo alla cucina, dalla cura del corpo alla simbologia culturale, c’è molto da scoprire su queste piccole meraviglie.

Quindi mettiamoci comodi, perché questa è una passeggiata nel mondo affascinante delle mandorle!

Indice: alla scoperta del mandorlo e della mandorla

Segui Floralist sui Social!

Un ingrediente versatile in cucina

Una delle caratteristiche più affascinanti della mandorla è la sua versatilità in cucina. Può essere utilizzata in una vasta gamma di piatti, dai dolci ai salati, e offre un sapore unico e irresistibile.

Dolci delizie

Se hai un debole per i dolci, sono le tue alleate ideali. Ecco alcuni modi per sfruttarle in cucina:

  • Torrone: il torrone, una prelibatezza natalizia in molte culture, è fatto con mandorle tostate, miele e zucchero. È croccante e dolce al punto giusto.
  • Marzapane: il marzapane è un ingrediente chiave per decorare torte e creare dolcetti artistici. È realizzato principalmente con farina di mandorle e zucchero a velo.
  • Cantucci e biscotti: i biscotti alle mandorle sono un classico intramontabile. La loro consistenza friabile e il sapore squisito li rendono perfetti per il tè delle cinque.
  • Granola fatta in casa: prepara una deliziosa granola casalinga aggiungendo miele, fiocchi d’avena e frutta secca per una colazione sana e gustosa.
Torrone alle mandorle

E ancora, amaretti, granite siciliane, il famoso latte, ricco e nutriente sostituto di quello vaccino (ideale per le persone intolleranti al lattosio o vegane): c’è solo l’imbarazzo della scelta!

Noi oggi però ti vogliamo presentare un dolce siciliano al cucchiaio, celeberrimo, il biancomangiare.

Ricetta del biancomangiare alle mandorle

Ingredienti (per 6 persone)

  • 80 gr mandorle
  • 90 gr zucchero
  • 3 dl latte di mandorle
  • 2 foglie da 10 gr di gelatina
  • 2 cucchiai miele
  • 20 gr cannella in polvere
  • 150 gr panna montata

Procedimento

1 Lascia marinare in una ciotola il latte e le mandorle per 5-6 ore in frigo, poi filtra il latte e mettilo in una pentola a fuoco basso con lo zucchero.

2 Ammorbidisci la gelatina in acqua fredda, asciugala e poi aggiungila alla pentola. Non appena si sarà ben sciolta, togli dal fuoco e lascia raffreddare.

3 Unisci la panna montata, versa il composto in stampini monoporzione e lascia solidificare in frigo per 3-4 ore.

4 Tosta le mandorle usate nel latte. 

5 Togli dallo stampo il biancomangiare e servilo su un piatto, decorato con miele, cannella e mandorle tostate.

Piaciuta questa ricetta? Prova anche la nostra crostata con i fichi!

L'uso nelle ricette salate

Le mandorle non sono solo per i dolci; possono dare un tocco speciale a piatti salati:

  • Pollo alle mandorle: un piatto classico della cucina cinese che combina carne di pollo tenera alla croccantezza della mandorla in una salsa ricca e vellutata
  • Insalata con mandorle tostate: aggiungono una nota croccante e saporita alle insalate verdi, creando un contrasto di consistenze e sapori
  • Pasta al pesto di mandorle: per una variazione interessante alla solita pasta al pesto al basilico, prova una salsa cremosa alle mandorle con basilico, aglio e formaggio grattugiato.

Mandorle e cura del corpo

Ecco alcuni modi in cui puoi sfruttare le proprietà delle mandorle per la tua bellezza:

Crema corpo alle mandorle

Olio alla mandorla dolce

L’olio di mandorla dolce è un elisir per la pelle. È ricco di vitamina E, acido oleico e antiossidanti, che lo rendono perfetto per idratare la pelle e prevenire l’invecchiamento precoce.
Massaggia delicatamente l’olio sul viso e sul corpo e avrai una pelle morbida e luminosa!

Scrub corpo

Puoi preparare un ottimo scrub corpo fatto in casa mescolando mandorle tritate finemente con miele o olio di cocco.
Questo scrub rimuove le cellule morte e lascia la pelle liscia e radiante.

Maschera per capelli

Prepara una maschera per capelli mescolando olio di mandorla, miele e un po’ di yogurt. Applica questa miscela sui capelli e lasciala agire per 30 minuti prima di risciacquare. I tuoi capelli saranno setosi e lucenti.

Curiosità sul mandorlo e sul suo frutto

Ci sono molte curiosità interessanti associate al mandorlo. Ecco alcune:

  1. L’albero del mandorlo, il Prunus, è originario dell’Asia; successivamente si diffuse tra i Fenici, gli antichi egizi (furono trovate tracce di mandorle nella tomba di Tutankhamon), i Greci e infine i Romani, che chiamavano il seme “nux graeca”.
  2. Come spesso accade, anche sul mandorlo gli antichi Greci fecero nascere una leggenda. La principessa di Tracia Fillide, morta di dolore pensando di aver perso per sempre il suo amato Acamante, eroe greco impegnato nella guerra di Troia, fu trasformata da Atena in un mandorlo. Quando Acamante tornò, sano e salvo, il suo abbraccio appassionato all’albero fece sbocciare i fiori bianchi del mandorlo.
  3. In molte culture (Grecia antica, India) e tradizioni religiose (cristiana) la mandorla è associata alla madre terra ed è per questo considerata un simbolo di prosperità, maternità e rinascita.
    Nella cultura italiana, le mandorle sono spesso associate alla buona fortuna. Sono tradizionalmente regalate ai nuovi sposi come simbolo di una vita felice e prospera insieme.
  4. A seconda delle caratteristiche del seme, esiste la varietà amara, non commestibile perché contenente acido cianidrico, e quella dolce, che tutti conosciamo ed apprezziamo soprattutto nella produzione dolciaria.
  5. L’Italia è uno dei principali produttori mondiali di mandorle, in modo particolare in Sicilia, nella zona di Avola, dove è stato costituito il Consorzio per la tutela della mandorla.
  6. Sempre in Sicilia, Agrigento, all’inizio della primavera viene organizzata la “Festa del mandorlo in fiore”, un po’ come l’Hanami giapponese dedicato al ciliegio.
  7. Alla figura siciliana della “mennulara”, la raccoglitrice manuale delle mandorle, è dedicato il primo romanzo della scrittrice Simonetta Agnello Hornby, che si intitola appunto “La mennulara”.
  8. La mandorla, chiamata anche amigdala, è un frutto calorico, da consumare con parsimonia in regime di dieta, che però è anche molto energetica e ricca di proteine, vitamine (soprattutto vitamina E) e proprietà antiossidanti.
    Il suo consumo regolare può contribuire a migliorare la salute del cuore, abbassare il colesterolo e regolare i livelli di zucchero nel sangue.
Ramo fiorito dell'albero delle mandorle

Pollice verde

Il mandorlo fa parte della famiglia delle Rosacee, assomiglia all’albero del pesco e può raggiugere un’altezza di 6-7 metri. E’ un piccolo albero che cresce lentamente ma è estremamente longevo.
Resiste al caldo ed è il motivo per cui è molto diffuso nell’area del Mediterraneo. Fiorisce a fine inverno e produce i frutti tra agosto e settembre.

Abbiamo parlato di:

  • Mandorlo, Prunus dulcis

Foto di Towfiqu barbhuiya da Pexels

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (1 Media dei voti: 4,00 su 5)
loadingLoading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *