La peonia, star dei Social

Peonia rosa sul tavolo
La peonia è la star dei Social, uno dei fiori più ritratti dagli impressionisti e più amato dalle spose. Scopri curiosità e consigli di coltivazione.

La peonia è la regina indiscussa dei giardini di primavera, super-fotografata sui Social e riprodotta in tutti i materiali possibili (scopri la bellezza delle peonie di carta!). 

In questo articolo scoprirai i principali consigli di cura della peonia, tante curiosità e un luogo magico dove andarla ad ammirare.
Buona lettura!

Indice: le peonie, regine di primavera

Segui Floralist sui Social!

4 consigli di cura della peonia

Icona di arbusto

1 Quali tipi di peonia esistono?
La peonia può essere erbacea, arbustiva o intersezionale (un incrocio tra le erbacee e le arbustive, la varietà più diffusa nei nostri giardini).

  • Le peonie erbacee, derivate dalla P. officinalis come la P. lactiflora, sono peonie che perdono la parte aerea durante l’inverno (taglia gli steli a fine autunno), per poi ricacciare all’inizio della primavera. Sono più piccole di dimensioni, in genere non più altre di 50-100 cm. 
  • Le peonie arbustive (o legnose) come la P. lutea e la P. suffruticosa, coltivate soprattutto in Oriente, hanno rami legnosi che in primavera producono i nuovi getti di foglie e fiori. Hanno bisogno di molto più spazio in terra piena perché possono raggiungere l’altezza di 2 metri, sono più rustiche e tollerano meglio la siccità, ma crescono molto lentamente.
Icona di sole e ombra

2 Quale esposizione per la peonia?
Ha bisogno di un’esposizione luminosa ma non assolata, con una leggera ombreggiatura che favorisce la durata della fioritura e in posizione riparata dal vento.

La peonia richiede un terreno ricco (non piantare la peonia nello stesso punto in cui ce n’era un’altra, il terreno risulterà impoverito), fresco e ben drenato con annaffiature regolari ma non eccessive (soprattutto d’estate), per evitare i marciumi radicali, tra le problematiche più frequenti che possono colpire la pianta.

Se noti che i boccioli sono appassiti, è possibile che la pianta abbia subito un colpo di gelo (può essere evitato in inverno con una buona pacciamatura e teli protettivi) o che il terreno sia troppo asciutto.

Icona di vasi con piante

3 Può essere coltivata in vaso?
La peonia ha uno sviluppo radicale importante; per questo motivo può essere coltivata in vaso solo se di grandi dimensioni, almeno 50 cm di diametro e altrettanto di profondità, o in cassette rettangolari di dimensioni minime 100 x 40 x 40 cm, e in ogni caso ogni 2-3 anni ti consigliamo di effettuare un rinvaso.

Per evitare i marciumi radicali e malattie fungine, non dimenticare di mettere sul fondo qualche centimetro di argilla espansa, per aiutare il drenaggio. 

Icona di cuore con cerotto

4 Peonie e formiche

Uno dei problemi principali della peonia è che molto appetibile per le formiche, perché secerne una resina ricca di carboidrati di cui le formiche sono molto ghiotte.

Per ovviare a questo inconveniente fastidioso, puoi posizionare, accanto alla peonia, alcune piante che tengono lontani gli insetti, come l’aglio e la menta.

La peonia del color Pantone "Viva Magenta"

La peonia della sfumatura “Viva Magenta”, colore Pantone 2023 di cui abbiamo parlato tempo fa. Non è bellissima?

Le curiosità sulla peonia

L'origine del nome

Si dice che la peonia sia nata da Paeon, o Peone, nella mitologia greca Dio della Medicina, e forse è per questo che in Oriente veniva usata per le sue qualità medicinali.

Il successo della peonia nel mondo

In tutto l’Oriente è diventata così popolare, soprattutto in Cina dove la “Regina dei fiori” è addirittura fiore di Stato, perché simboleggia fortuna, ricchezza e felicità coniugale; la sua importanza era così elevata che, in alcuni periodi della storia cinese, coltivare peonie era riservato alla nobiltà. Anche per questo è sempre stata molto rappresentata nelle porcellane cinesi soprattutto delle epoche Ching e Ming.

Con il tempo, la peonia ha viaggiato attraverso i continenti: in Europa è stata accolta con entusiasmo durante il Rinascimento, diventando una delle preferite dei giardini aristocratici.

La peonia e le spose

Nei bouquet delle spose più romantiche è spesso presente: la tradizione vuole che si regalino le peonie per i 12 anni di fidanzamento o matrimonio. Lo sapevi?

La sua eleganza e la sua fragranza avvolgente la rendono infatti una scelta prediletta per matrimoni, anniversari e altre occasioni speciali.
Un bouquet di peonie, con i suoi petali morbidi e i colori accattivanti, è un regalo senza tempo che trasmette amore, ammirazione e gioia.

La musa dei pittori

La peonia è anche uno dei fiori più amati dai pittori. L’hanno ritratta Manet (“Vaso di Peonie” e “Ramo di Peonie bianche e cesoie”, entrambi al Musée d’Orsay), Renoir (“Natura morta con Peonie”, ospitato al Kunsthalle di Mannheim), Matisse (“Le Peonie”, venduto da Christie’s a New York nel 2012 ad un compratore europeo per oltre 19 milioni di dollari).
Ed oggi è molto amata anche nella tattoo art, proprio per i significati di positività e prosperità che le si attribuiscono.

Dedicata a Sarah Bernhardt

La peonia probabilmente più popolare e più amata, con i suoi grandi fiori doppi rosa chiaro (ma esistono anche varietà rosse e bianche), è la ‘Sarah Bernhardt’. Questa varietà, molto rustica, profumata e generosa nella fioritura, fu introdotta agli inizi del 1900 dal botanico francese Pierre Lemoine, grande ammiratore di Sarah Bernhardt, considerata una delle attrici più talentuose della sua epoca.
Se recidi i fiori e li metti in vaso, possono durare molti giorni!

Abbinamenti nelle composizioni in vaso

C’è chi ama le composizioni con solo peonie di diversi colori; chi invece predilige il contrasto di forma e colore nell’abbinamento più “country” con la lavanda.
Puoi inoltre abbinarla in vaso con fiori a contrasto per forma (ad esempio il caprifoglio o la gerbera) o colori (provala con anemoni bianchi!).

Noi ti proponiamo questa composizione multicolor con tulipani e rose in un semplice vaso di vetro. Che ne dici, non è bellissima?

Vaso composizione con peonia, tulipano e rosa

Tre consigli per i fiori recisi di peonia:

  • prendi i fiori da piante “mature”, lasciando alla base dello stelo reciso qualche foglia
  • cambia l’acqua, sempre a temperatura ambiente, ogni giorno
  • ogni volta che cambi l’acqua, taglia circa 1 cm del gambo, per facilitarne l’assorbimento.

Il giardino delle peonie

Rosa come le celeberrime peonie ‘Sarah Bernhardt’, bianche, rosse, le peonie si possono ammirare al Centro Botanico Moutan a Vitorchiano, vicino Viterbo, che fa parte del circuito dei Grandi Giardini Italiani.
Ti aspetta una delle collezioni più grandi e affascinanti del mondo.

Ami anche tu le peonie? Ne hai in giardino o sul terrazzo? Raccontaci la tua “Regina dei fiori” nei commenti in basso!

Foto in apertura di Dagmara Dombrovska, via Pexels

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (3 Media dei voti: 4,00 su 5)
loadingLoading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *