La legna per il caminetto, per un caldo Natale

Legna che brucia nel caminetto davanti a persona rilassata
Come decorare il caminetto per Natale? Come è nata la leggenda di Babbo Natale che passa dal camino? Qual è la legna migliore per il fuoco? Scoprilo con noi!

Cosa c’è di meglio di un bel caminetto con tanta legna che arde, nelle fredde giornate invernali?

Chi ha la fortuna di avere un caminetto in casa, a Natale può rendere l’atmosfera ancora più gioiosa addobbandolo a festa: si possono mettere rami di abete ai lati, con nastri colorati, festoni illuminati, frutta e pigne, lanterne con candele ai lati o sulla mensola.
Oppure appendere le celebri calze della Befana, che verranno riempite di dolci e carbone la notte del 6 gennaio.

Indice: il fuoco che nutre il cuore

Segui Floralist sui Social!

La leggenda di Babbo Natale

Fin da piccoli siamo abituati a sentire raccontare la storia di Babbo Natale che porta i regali calandosi dal camino, lasciando dolci e doni nelle calze appese (ricordati il bambino che diceva “buttati, che è morbido!”, in uno spot televisivo di qualche anno fa…?)
Ma come è nata questa leggenda?

C’è chi ritiene che nasca dal fatto che un tempo c’era la consuetudine di lasciare le scarpe e le calze ad asciugare vicino al fuoco del camino, là dove la famiglia era solita riunirsi.
O forse questa tradizione proviene dal folclore nordico, quando i bambini nelle notti del solstizio d’inverno si dice che riempissero scarpe e calze con paglia e carote per il cavallo alato del dio Odino, che ricambiava lasciando loro dolci e piccoli regali.

Calze della Befana appese al caminetto

Due curiosità sul camino e il Natale

Forse non sai che in molte culture europee, esiste la tradizione del “ceppo di Natale” o “tronco di Yule“. Questo è un tronco d’albero decorato e bruciato nel camino durante la notte di Natale. La cenere che ne rimane viene conservata come portafortuna per proteggere la casa dal male. Inoltre, in molte antiche credenze, il fuoco del camino durante il solstizio d’inverno non solo forniva calore fisico ma rappresentava anche un rituale di purificazione. Il nuovo anno veniva accolto bruciando rami di piante aromatiche per allontanare gli spiriti maligni.

L'arte dell'addobbo del caminetto

L’addobbo del camino è un’arte che va al di là della semplice disposizione di decorazioni. Richiede un tocco personale e la capacità di catturare lo spirito unico della propria famiglia.

Ecco 3 idee creative per trasformare il tuo camino in un punto focale festoso:

  1. Ghirlande personalizzate: crea ghirlande uniche aggiungendo fotografie di famiglia, piccoli ornamenti o elementi naturali come pigne e bacche.
  2. Calze fai-da-te: coinvolgi la famiglia nella creazione di calze personalizzate. Ogni membro della famiglia può decorare la propria calza con stoffe colorate, glitter e nastrini.
  3. Luci e candele: Utilizza luci a LED o candele per creare un’atmosfera soffusa e accogliente. Posiziona candele profumate per diffondere aromi natalizi.

I requisiti per un caminetto perfetto

Probabilmente saprai che non tutti i tipi di legna sono ugualmente efficaci per il caminetto e che ci sono tante condizioni di cui tener conto per avere una bella fiamma senza problemi.

Una prima distinzione importante è tra la legna “dura” (noce, faggio), che impiega più tempo a bruciare, e quella “dolce” (pino) che si accende con molta facilità ma si consuma velocemente.

Un secondo aspetto fondamentale è la stagionatura e lo stoccaggio della legna: è importante che sia messa ad asciugare per almeno un paio d’anni, in un luogo riparato e allo stesso tempo ventilato, in modo che non sviluppi muffa.
Questo perché, come sappiamo, la legna ancora verde sarà più difficile da far ardere e probabilmente farà fumo e scintille (causate anche dalla resina, come nel caso del legno di frassino e di abete, per i quali è consigliabile l’uso in un caminetto chiuso).

Le essenze di legna da ardere più adatte

  • Faggio: è forse il tipo di legna migliore per il caminetto, perché si accende facilmente, brucia lentamente e sviluppa un grande potere calorifero
  • Noce: è un altro tipo di legna particolarmente indicato per il caminetto, soprattutto se si vuole cucinare sulla brace, perché molto profumata
  • Quercia: ha come vantaggio che brucia lentamente e ha un grande potere energetico, ma ha un odore sgradevole
  • Betulla: è un’essenza dal potere energetico medio, molto profumata perché ricca di oli essenziali
  • Pino: è un legno economico e dalla resa media
  • Castagno: è piuttosto economico e può essere usato solo se ben stagionato
  • Larice: è un legno che fa molto fumo, ma essendo profumato viene indicato per la cottura della carne
E tu, hai il caminetto in casa? Lo accenderai per le feste di Natale? Se ti va, scrivicelo nei commenti in basso!

Foto di apertura di Jill Wellington, da Pexels

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (1 Media dei voti: 4,00 su 5)
loadingLoading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *