Il pan di zenzero, una tradizione “reale”

Biscotti di pan di zenzero decorati
Lo zenzero è il protagonista dei famosi biscotti a forma di omino, i "gingerbread men", amatissimi nel mondo anglosassone. Scopri 5 curiosità sullo zenzero!

Nel mondo affollato delle spezie, poche sono così versatili e affascinanti quanto lo zenzero. Da secoli, questa radice dorata ha catturato l’attenzione di cuochi, speziali e appassionati di cucina in tutto il mondo.

In questo racconto, esploreremo la sua storia millenaria, riveleremo curiosità affascinanti e, infine, ci immergeremo nel delizioso universo dei biscotti di pan di zenzero!

Indice: il fascino esotico dello zenzero

Segui Floralist sui Social!

Lo zenzero in cucina

Lo zenzero è una spezia molto amata soprattutto nella cucina orientale (thai, giapponese, balinese), aggiunto a zuppe e verdure, come contorno di secondi di carne o per preparare il pesce: una ricetta che noi di Floralist ti consigliamo di provare, è di mettere filetti crudi di orata in marinata per qualche ora in succo di arancia con lamelle di zenzero, grani di sale rosa, olio e sale.
Un piatto semplice da preparare ma buonissimo e molto profumato!

I biscotti di pan di zenzero

I gingerbread men sono una tradizione natalizia soprattutto dei paesi del Nord Europa. L’origine sembra sia inglese, nata nel 1500 dalla Regina Elisabetta I, che aveva fatto realizzare dalle cucine reali dei biscotti aromatizzati a forma di omino, con le sembianze dei propri ospiti e dignitari di corte, cui era solita regalare questi biscotti come omaggio natalizio.

Omino di pan di zenzero

La tradizione dell’omino decorato si diffuse ancora di più grazie ad una leggenda della fine del 1800 legata a San Nicola (cui si ispira il personaggio di Babbo Natale): una coppia di anziani, non potendo più avere figli, sfornò un biscotto a forma di bambino, che però scappò via da loro e finì mangiato da una volpe.

Ma a Natale non si preparano solo gli omini. Oltre ad alberi di Natale, fiocchi di neve, cuori, stelle, renne e calze della Befana decorata con la ghiaccia reale, in passato la diffusione della fiaba di “Hansel e Gretel” dei fratelli Grimm ha contribuito a rendere molto popolare la casetta decorata, soprattutto in paesi come la Germania e l’Est e Nord Europa (in Svezia si prepara il 13 dicembre, il giorno di Santa Lucia).

Casetta di pan di zenzero

Le proprietà nutritive

Questa spezia è conosciuta come ottimo rimedio contro il raffreddore (usalo lasciando la radice 5 minuti in immersione nell’acqua bollente, da consumare come tisana), come antiossidante, antinfiammatorio e facilitatore della digestione e del metabolismo.

Ma forse non sai che è considerata anche un afrodisiaco (soprattutto nel mondo arabo), probabilmente per via del suo gusto leggermente piccante.
Già la scuola medica Salernitana, nel Medioevo, lo aggiungeva alle pozioni d’amore per stimolare la libido… 

Forse per questo motivo William Shakespeare cita lo zenzero nella sua commedia “Pene dell’amore perduto” (“Se avessi un solo quattrino al mondo, te lo darei per comperarti pan di zenzero!”), perché all’epoca si riteneva appunto che i biscotti aromatizzati con questa spezia facessero innamorale la persona cui venivano donati.

Da dove viene lo zenzero?

La pianta erbacea Zingiber officinale, della famiglia delle Zingiberacee, raccoglie oltre 1.300 specie tra cui il cardamomo e la curcuma.

La coltivazione di questa radice risale a oltre 3.000 anni fa in Cina e India, da dove si è diffusa in tutto il mondo grazie alle rotte commerciali e alle esplorazioni.

Durante il Medioevo, lo zenzero divenne una preziosa merce di scambio, raggiungendo l’Europa attraverso la Via della Seta. Fu in questo periodo che iniziarono a comparire le prime ricette europee che utilizzavano lo zenzero come spezia esotica.

Marco Polo lo menzionò nei suoi racconti di viaggio, descrivendolo come una spezia preziosa che conferiva un sapore unico alle pietanze. Questa menzione contribuì ad accrescere l’interesse per lo zenzero in Europa.

Due record... da giganti!

La passione natalizia per il pan di zenzero a qualcuno ha preso un po’ la mano… Nel 2009, a Oslo in Svezia, Ikea ha realizzato un gingerbread man enorme, dal peso di ben 650 chili!

Ma nel 2013, in Texas, c’è chi ha fatto di meglio, realizzando la più grande casetta decorata del mondo, lunga oltre 18 metri e larga quasi 13, realizzata con più di 7.000 uova, 800 chili di burro e 1.300 di zucchero!


In conclusione, che tu scelga la tradizione avvolta nella nostalgia dei biscotti di pan di zenzero o abbracci l’innovazione con ingredienti naturali (ad esempio ti consigliamo farine integrali o di mandorle, zucchero di canna o una punta di sciroppo d’acero), lo zenzero continuerà a incantare il tuo palato in ogni morso, portando con sé secoli di storia e una dolce nota di festa!

Foto di apertura di Laura James, da Pexels

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle Vota l'articolo!
loadingLoading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *