I fiori per la nostra tavola: 5 consigli

Centrotavola lungo su tavola classica
Bon ton a tavola: quali sono i modi migliori per realizzare composizioni di fiori impeccabili? Vediamo insieme 5 idee vincenti!
Se ti è capitato di vedere in passato le puntate del programma TV  “Cortesie per gli ospiti”, conoscerai certamente i suggerimenti della celeberrima Csaba Dalla Zorza su come apparecchiare la tavola nelle varie occasioni conviviali. Partendo sempre da un punto fermo: quale sia lo stile scelto, la presenza di un centrotavola con i fiori è un elemento imprescindibile per dare colore, armonia ed eleganza alla nostra tavola. Vediamo alcuni spunti per una perfetta mise en place.

Indice: 5 consigli per un centrotavola perfetto

Segui Floralist sui Social!

Le dimensioni del centrotavola

Il centrotavola deve essere proporzionato alla dimensione del tavolo, quindi non essere né troppo ingombrante né così piccolo da risultare insignificante.

La moda del momento ci dice che il centrotavola unico centrale, soprattutto se con l’aspetto da cuscino di fiori, è assolutamente out, soprattutto per le cene non troppo impegnative! Meglio scegliere piccoli centrotavola disseminati sulla lunghezza del tavolo, coordinati tra di loro e che magari giocano su altezze e forme dei contenitori diverse, come in questo caso:

Centritavola multipli su tavolo di legno

Allo stesso tempo, i fiori a tavola non devono impedire la visuale tra i commensali, quindi devono essere più bassi rispetto all’altezza della linea dello sguardo (massimo 20 cm).
Possono essere anche posti su sostegni più alti, ma è una soluzione molto particolare che in genere si vede solo negli allestimenti più formali, non nelle cene in casa, seppur eleganti.

La scelta dei fiori

Sempre per la serie do not disturb, è meglio scegliere fiori non profumati, o con una profumazione molto lieve, perché non devono sovrastare gli aromi della buona tavola; ad esempio, a nostro avviso non sono molto adatte varietà di rosa molto profumate, la mimosa, la fresia o la violaciocca, per fare alcuni esempi.

Lo stesso ovviamente vale anche se si decide di mettere a tavola le candele (consigliate solo di sera), che possono essere colorate e decorate ma non profumate.

Naturalmente il discorso è diverso se nella nostra composizione inseriamo, ad esempio, rosmarino o erbe aromatiche in genere, o agrumi (per esempio spicchi di limone tagliati a spicchi e messi in acqua in vasi di vetro trasparente), che sono profumi legati alla nostra cucina.

Nella scelta dei fiori, molto si gioca sulla stagione, sul gusto personale e sul tipo di occasione, di apparecchiatura e di colori cui coordinare il centrotavola. Di sicuro non è consigliabile abbinare, nello stesso contenitore, fiori molto grandi con altri piccolissimi, che sparirebbero.

I contenitori

Per i contenitori dei fiori al centro della nostra tavola, la scelta dipende molto dal tipo di occasione: per situazioni più formali si possono tirare fuori i pezzi buoni della nonna, come brocche o teiere d’argento, vasetti di cristallo, ciotole di ceramica o porcellana.

In questo caso la scelta dei fiori potrebbe essere più classica, come ad esempio delle splendide rose coordinate all’apparecchiatura:

Centrotavola con rose gialle

Un’occasione più informale, come un’apparecchiatura all’aperto country chic o una in stile bistrot, con piatti e posate mix&match collocati direttamente sul tavolo di legno o al massimo sui runner (che i francesi chiamano chemin de table), richiede invece una scelta floreale più fresca e leggera, che utilizzi piccoli contenitori vintage con fiori freschi di campo, come in questa soluzione:

Centrotavola country

Di sicuro, non fa invece parte del galateo dell’apparecchiatura collocare al centro del tavolo piante in vasi con terra!

L’uso della frutta

Altro elemento da tenere in considerazione è l’uso della frutta (e dei frutti della terra in generale) per le composizioni a tavola.

A noi di Floralist piacciono molto, soprattutto per la stagione autunnale e invernale: possiamo usare castagne e noci, piccole mele o uva, abbinate a legnetti, pigne, foglie secche, bacche rosse come quelle della Nandina domestica, per un effetto colore caldo e autunnale che evoca il foliage delle piante.

Centrotavola con rose e frutta

Il centrotavola di Natale

Si sa che le feste natalizie sono il momento migliore per ricevere amici e parenti, le occasioni conviviali non mancano e fa piacere avere una tavola apparecchiata nel migliore dei modi.

Per questo anche la scelta del centrotavola è importante.
Qui si parte dalla scelta di tovaglia, posate, piatti e bicchieri, poi si imposta il progetto di centrotavola con alcuni elementi, a nostro gusto, imprescindibili:

  • non possono mancare rametti di abete, che ti consigliamo di prendere assolutamente veri all’ultimo momento, perché sprigionano quel profumo di albero di Natale che ci riporta tutti a quando eravamo bambini.
  • Poi altra presenza classica sono le piccole pigne, che si possono lasciare al naturale o colorare con lo spray (a noi piacciono molto con una spruzzata di bianco, per un effetto gelo!).
  • Infine, a seconda del colore complessivo scelto della nostra tavola, tra total white, rosso tradizionale, oro o argento, possiamo andare ad aggiungere elementi a complemento: bacche rosse o bianche come quelle del benaugurante vischio, stecche di cannella, fettine disidratate di arancia, mandarini con chiodi di garofano infilati nella buccia a mo’ di decorazione, melograni, rametti di agrifoglio, fiori bianchi di elleboro e, per le cene, candele.
Centrotavola di Natale con abete, bacche, pigne e fette d'arancia

Per finire, ti diamo altri due spunti: se piacciono le composizioni con le ortensie, guarda anche questa nostra proposta; se invece vuoi una soluzione decorativa che duri nel tempo, puoi realizzarla (o farla realizzare ai professionisti) con i fiori di carta, di cui abbiamo parlato qui.

In conclusione, quale di questi stili ti piace di più? Se ti va, scrivilo nei commenti!

Foto di apertura di lucas mendes, da Pexels

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (2 Media dei voti: 3,00 su 5)
loadingLoading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *