Gli oli essenziali e le piante, 1a puntata

Gli oli essenziali e le piante di Floralist
Legati ai 4 elementi, aria, terra, acqua e fuoco, gli oli essenziali e l'aromaterapia ci aiutano a ritrovare energia ed equilibrio.

L’inizio dell’anno è il momento migliore per ricaricare le energie e ritrovare benessere ed equilibrio. Possono esserci d’aiuto gli oli essenziali ricavati dalle piante, di cui ti parliamo in questo viaggio in due puntate.

Parliamo di oli essenziali e aromaterapia

Gli oli essenziali nei secoli

L’olio essenziale è un concentrato puro di principi attivi contenente diverse sostanze complesse (tra cui le molecole aromatiche volatili) e non contiene grassi.
Gli estratti delle piante erano usati, a scopo terapeutico, già in Cina e nell’antico Egitto tramite la distillazione col vapore e l’impregnamento di tessuti con acqua bollente. Greci e Romani adoperavano unguenti profumati e curativi a base di olio di lavanda, eucalipto ed elicriso e Ippocrate consigliava di purificare l’aria durante le epidemie bruciando gli oli.
In Arabia si distillavano le spezie in cassetti “a vapore” e in Occidente i Domenicani usavano gli oli per le malattie, pratica in voga nella medicina alchemica, olistica, nei rituali magici e sciamanici.

Nel Novecento l’aromaterapia ha adottato gli oli per alleviare disturbi e fastidi quotidiani, problemi psichici e fisici, supportando le tradizionali terapie con profumi rigeneranti.

Cos’è l’aromaterapia?

L’aromaterapia è una disciplina “olistica”, una branca della fitoterapia che adopera oli ed essenze vegetali contro nervosismo, ansia, stress, mal di schiena, contratture muscolari, artrite, insonnia, asma, depressione, emicrania, ritenzione idrica, disturbi circolatori e digestivi.

Gli oli sono veicolati attraverso l’olfatto con effetti benefici su mente e corpo anche grazie alle conoscenze degli “aromaterapeuti”, esperti di piante, oli, fisiologia e anatomia.

Oli essenziali e aromaterapia

L’anima delle piante negli oli essenziali

Gli oli ci forniscono energia spirituale: la natura è una farmacia a cielo aperto e ogni pianta ha una specifica azione farmacologica che ci fa tornare alla nostra essenza, in armonia con l’universo.

Il procedimento per ottenerli permette di catturare i componenti più delicati e fragili delle piante: esistono più di 400 componenti da diluire in olio, alcol o miele, che contengono l’“emotività animica” del fiore e del suo profumo (gli oli variano in base all’esposizione della pianta in una forte connessione tra cielo e terra, materia e spirito) e il suo “carattere animico” (parola e anima): i vegetali comunicano con noi e con l’ambiente in modo intelligente e l’olio è la loro lingua.

Attraverso l’estrazione in correnti di vapore bollente gli oli vengono raccolti in recipienti galleggiando in superficie (per produrre un litro di olio di rosa occorrono 5 tonnellate di petali).

Essenze e colori

Gli oli vengono classificati in base ai 4 elementi (aria, terra, acqua e fuoco) e ai colori relativi alla pianta o al suo profumo: per un composto equilibrato una miscela conterrà le 3 note aromatiche:

  • nota “di base” collegata alla terra e al viola-marrone (corteccia, legno, radici, resine con profumi profondi, caldi, gravi e rilassanti come cannella, patchouli, sandalo, cedro, benzoino, incenso, mirra, abete, pino mugo e silvestre, elicriso, santoreggia, timo rosso, vetiver);
  • nota “di testa” legata al giallo-rosso (bucce di agrumi o erbe aromatiche, leggeri, freschi, attivanti e rinfrescanti che stimolano la concentrazione, eliminando stanchezza mentale come arancio amaro e dolce, bergamotto, limone, mandarino, cedro, pompelmo, rosmarino, basilico, verbena odorosa, menta, eucalipto, niaouli);
  • nota “di cuore” legata al verde (fiori, spezie ed erbe aromatiche, sensuali e femminili che riequilibrano affetti, emozioni, energie psichiche e fisiche come lavanda, camomilla, alloro, canfora, gelsomino, iris, melissa, mirto, neroli, rosa, salvia, vaniglia, ylang-ylang).

Gli effetti dell’inalazione sul nostro umore

L’inalazione stimola i chemorecettori olfattivi condizionando umore e sistema nervoso (origano, rosmarino, verbena, garofano, timo, serpillo, issopo, cipresso, estragone, lavanda, ylang-ylang, santoreggia, basilico, pino e limone).

Noce moscata e menta sono “eccito-stupefacenti”, calamo, salvia sclarea e lavanda “anticonvulsivanti”, basilico, finocchio, limone, menta, salvia e timo “stimolanti”, camomilla, lavanda, maggiorana, melissa, verbena “calmanti o “sedativi”.

Oli essenziali: i diffusioni per la casa

Le proprietà terapeutiche su altre parti del corpo

Gli oli agiscono su sistema endocrino, metabolismo e crescita: basilico, pino, santoreggia, timo, geranio e rosmarino stimolano la corteccia surrenale, la menta e il gelsomino gli ormoni ipofisari. Bergamotto, lavanda, camomilla, timo, pino e sandalo rinforzano il sistema immunitario, finocchio, menta piperita, timo, salvia, eucalipto, lavanda sono espettoranti.

Odore e sapore (costituenti chimici delle essenze) agiscono fisicamente e psichicamente sulle terminazioni nervose di palato, lingua, mucosa nasale, secrezioni salivari e gastriche. Gli oli migliorano la digestione, agiscono sulle ghiandole e sui muscoli (basilico, bergamotto, camomilla, cannella, cardamomo, finocchio, lavanda, maggiorana, melissa, menta piperita, rosmarino, salvia), pancreas (eucalipto, geranio, ginepro), fegato (rosmarino, ginepro, lavanda, camomilla, menta, cipresso), cuore e vasi sanguigni (canfora, melissa, arancio, lavanda, rosmarino).

Nella seconda puntata sugli oli essenziali vedremo come usarli in casa e come trarne benessere tra massaggi e SPA. Stay tuned!

Foto di apertura di Mareefe, da Pexels

Patrizia Sivori

Questo articolo è stato curato da un’amica di Floralist:
Patrizia Sivori, Dottoressa in Lettere Moderne, specializzanda in biblioteche e archivi, con una passione per gli antichi libri di botanica, gli erbari medievali, le piante e la letteratura. 
Alla prossima!

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (1 Media dei voti: 1,00 su 5)
loadingLoading...

Piaciuto l’articolo? Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *