Giardini verticali: trasforma l’home décor!

Giardini verticali in soggiorno
Tutto sui giardini verticali, le pareti verdi che creano un angolo di paradiso naturale in casa e che sono la tendenza dell'home décor di questi anni.

Hai mai pensato di avere un angolo di paradiso verde direttamente nelle tue quattro pareti? Beh, i giardini verticali possono realizzare il tuo sogno!

Ti abbiamo raccontato delle soluzioni décor realizzate con carte da parati o quadri floreali. In questo articolo, esploreremo tutto ciò che c’è da sapere sui giardini verticali, da come creare pareti verdi nella tua casa alle meraviglie del verde verticale nelle città.

Indice: tutto sui giardini verticali!

Segui Floralist sui Social!

Giardini verticali in casa: cosa sono e perché sceglierli

Immagina di entrare nella tua casa e di essere immediatamente accolto da una parete verde lussureggiante. I giardini verticali, noti anche come pareti verdi (termine usato soprattutto per la versione indoor), offrono un’esperienza unica e sorprendente. Ma cosa sono esattamente e perché portarli nella tua casa? Parliamo di pareti in cui piante (edera, felce, tillandsia, piante grasse tra le scelte più amate) vengono disposte su strutture di sostegno verticali ancorate al muro, in apposite tasche, o contenitori contenenti una moderata quantità di terriccio. Esiste poi anche la versione realizzata con muschi e licheni stabilizzati, ossia trattati con una specifica soluzione ecologica che ne preserva nel tempo l’aspetto e la consistenza, che possono avere anche l’aspetto di veri e propri quadri, dalle forme e i colori più diversi. Ma perché scegliere questa tendenza verde? Ecco alcuni motivi che renderanno evidente perché il verde verticale è così sorprendente:
  • un tocco di natura: se vuoi “rianimare” pareti monotone e senza personalità, il verde verticale è la risposta. Porta la natura direttamente nella tua casa, trasformando qualsiasi spazio in un’oasi di freschezza e vitalità;
  • eco-friendly: viviamo in un’epoca in cui la sostenibilità è fondamentale. Il verde verticale richiede poche risorse idriche e non crea sprechi. È una scelta ecologica che ti farà sentire bene nel prenderti cura del pianeta;
  • riduzione del rumore: queste pareti verdi non solo sono belle, ma possono anche ridurre il rumore indesiderato nell’ambiente;
  • zero fatica: se non hai il pollice verde e le piante tradizionali finiscono per soffrire nelle tue mani, le pareti verdi verticali sono la soluzione. Sono praticamente senza manutenzione, quindi puoi goderti la loro bellezza senza lo stress dell’annaffiatura quotidiana o della potatura.

Dove posizionare un giardino verticale in casa

La bellezza dei giardini verticali è che possono essere inseriti in diverse stanze della tua casa, portando un tocco di verde ovunque desideri.

Ecco alcune idee su dove posizionarli:

  • soggiorno: è il cuore della casa, quindi perché non renderlo ancora più accogliente con una parete verde? Questo spazio diventa istantaneamente un’oasi di tranquillità;
  • camera da letto: una parete verde in camera da letto crea un’atmosfera rilassante, una vera e propria oasi di pace. Aggiungi lenzuola chiare, qualche cuscino soffice e alcune candele profumate per un’atmosfera da relax totale;
  • bagno: trasforma il tuo bagno in un lussuoso rifugio con una parete verde. Sarà come fare la doccia in una spa immersa nella foresta tropicale!
  • spazi di lavoro: se hai un ufficio a casa, posizionare piante intorno alla postazione office può migliorare la tua produttività e ridurre lo stress, come ti abbiamo raccontato nel nostro speciale;
  • Corridoio: può sembrare una collocazione di ripiego, ma pensa a come una parete vegetale riuscirebbe a “risolvere” un angolo di casa magari stretto e buio, senza personalità.
Soggiorno moderno con parete vegetale

Manutenzione dei giardini verticali

Una delle ragioni per cui i giardini verticali sono così popolari è la loro bassa manutenzione.

Ecco alcuni consigli per prendertene cura:

  • pulizia regolare: utilizza un pennello morbido o un aspirapolvere a bassa potenza per rimuovere la polvere e lo sporco dalla superficie delle piante
  • irrigazione: in genere, non è necessaria alcuna irrigazione. Tuttavia, in ambienti particolarmente secchi o se noti che le piante perdono colore, è possibile spruzzare leggermente acqua distillata sulle piante una volta al mese
  • luce solare: posiziona il tuo giardino verticale in un luogo dove non sia esposto alla luce solare diretta, per evitare che le piante sbiadiscano

Giardini verticali e arredamento

Una delle sfide più divertenti dei giardini verticali è come integrarli perfettamente nell’arredamento e nel home décor.

Ecco alcuni suggerimenti:

  • cornici decorative: incornicia il tuo giardino verticale con cornici per renderlo un’opera d’arte vivente
  • luci ambientali: aggiungi luci a LED o luci da parete per creare effetti luminosi unici sulle tue piante.
  • complementi: scegli complementi che riflettano lo stesso stile del giardino verticale: legno naturale, tessuti verdi e colori della natura saranno perfetti
  • combinazioni di materiali: sperimenta con materiali diversi. Una parete verde si abbina bene a superfici in vetro, metallo o legno

Verde verticale nelle città: il Bosco di Milano e altri esempi

Il verde verticale non è solo prerogativa dell’interior design.
Ideato dal botanico francese Patrick Blanc, che ha realizzato bellissime installazioni verdi sulle facciate dei palazzi, il verde verticale sta infatti trasformando l’aspetto urbano nelle città di tutto il mondo.

Milano, ad esempio, sta vivendo una vera e propria rinascita verde con numerosi edifici che adottano questa tendenza. Uno dei progetti più iconici è il Bosco verticale, ideato dall’architetto Stefano Boeri, un complesso residenziale con migliaia di piante e alberi su ogni balcone, che non solo migliora l’estetica, ma contribuisce anche a migliorare la qualità dell’aria.

Dettaglio del Bosco verticale di Milano

Dettaglio del Bosco verticale di Milano
Chris Barbalis cbarbalis, CC0, via Wikimedia Commons

Anche in altre città globali le pareti verdi stanno emergendo come una soluzione per affrontare l’inquinamento atmosferico e rinfrescare gli ambienti urbani.

Tra gli esempi più spettacolari, l’edificio Harmonia 57 a San Paolo del Brasile, con il sistema di irrigazione a vista come fosse il grande sistema linfatico di un corpo umano che respira e si trasforma nel tempo.

O l’enorme “quadro vegetale” a Trafalgar Square, a Londra, realizzato dalla National Gallery, in cui il sapiente mix delle piante scelte ha ricreato l’opera Campo di grano con cipressi di Vincent Van Gogh.

Anche a Parigi ci sono esempi mirabili di giardini verticali, come quello sulla facciata del Quai Branly Museum, che nei suoi 800mq di superficie dà ospitalità a oltre 15.000 piante sempreverdi e da fiore provenienti da tutto il mondo.

Dettaglio del giardino verticale del Quai Branly Museum a Parigi

Dettaglio della facciata del Quai Branly Museum
Lauren Manning, CC BY 2.0, via Wikimedia Commons

In tutto il mondo, il verde verticale sta diventando una soluzione per affrontare l’inquinamento atmosferico, creare spazi verdi urbani e migliorare la qualità della vita nelle città sempre più dense. È un’idea innovativa che sta cambiando il volto delle nostre metropoli.

Se ti è piaciuto il nostro racconto sui giardini verticali, ci fa piacere se ci lasci un voto, un commento o se condividi questo articolo. Grazie!

Foto di apertura di benzoix, by Freepik

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle Vota l'articolo!
loadingLoading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *