5 libri per le vacanze da non perdere!

Fiori sui libri per le vacanze
Estate, tempo di letture: abbiamo scelto per te 5 libri per le vacanze con un filo conduttore "green": l’amore per le piante e per la vita all’aria aperta!
1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle Vota l'articolo!
loadingLoading...

Vuoi mettere in valigia i libri per le vacanze ma non sai ancora cosa scegliere?
Noi di Floralist ti diamo 5 consigli di lettura, molto diversi tra di loro ma con una cosa in comune: sono rivolti ai “green lover”, a chi ha il giardinaggio, la natura e la vita all’aria aperta incisi sulla pelle…

Scoprili con noi!

Indice: i libri per le vacanze di Floralist!

Segui Floralist sui Social!

I libri per le vacanze di Floralist!

“Dai diamanti non nasce niente”, di Serena Dandini

Lo ammettiamo: abbiamo un debole per questo libro, perché ha ispirato la nascita di Floralist! L’autrice ci porta, con un linguaggio veloce e scanzonato, attraverso molte storie di giardinaggio: dai più bei giardini al mondo da visitare, ai personaggi che, nel corso dei secoli, hanno coltivato la passione botanica. Il tutto condito dagli aneddoti sugli esperimenti in giardino (compreso autoironicamente il racconto degli insuccessi) di Serena Dandini.

Una lettura curiosa e divertente che ci prende per mano e ci conduce, come recita il sottotitolo, attraverso “Storie di vita e di giardini”. Non  può mancare tra i libri per le vacanze!

“La rivoluzione del filo di paglia” di Masanobu Fukuoka

Masanobu Fukuoka è stato un botanico e filosofo giapponese, che in questa celeberrima opera, tradotta in decine di lingue, teorizza le basi dell’agricoltura naturale sostenibile.

Contro l’agricoltura intensiva dell’era industriale, Fukuoka sostiene che occorre lasciare che la natura faccia da sé (l’approccio del “non fare”), seguendo il ritmo delle stagioni, minimizzando gli interventi dell’uomo (niente prodotti chimici e fertilizzanti) e usando prodotti naturali (i fili di paglia che lui usava per la pacciamatura).

Questo è uno dei testi di riferimento dei giardinieri dell’Orto Botanico di Roma, che abbiamo conosciuto, che predicano questa filosofia del “non fare” per placare le ansie di noi giardinieri in erba…

“Il giardino che vorrei”, di Pia Pera

Pia Pera, scrittrice, docente e traduttrice, è stata una grande appassionata di botanica, di cui trattava nelle rubriche di giardinaggio di diversi magazine, tra cui Gardenia.

Ne “Il giardino che vorrei”, con un linguaggio a tratti molto poetico, l’autrice ci racconta spunti e consigli pratici per realizzare 9 scenari “green” molto diversi: dal giardino acquatico a quello in ombra, da quello mediterraneo a quello alpino, dalla sistemazione degli spazi in città alla cura dell’orto.

Con un grande insegnamento: che dedicarsi al giardinaggio è un’attività riconosciuta dagli psicologi come “terapeutica”, perché ci aiuta a ritrovare la serenità (non a caso i garden center sono rimasti aperti durante la pandemia).

“Outdoor living”, di Selina Lake

Questo è un bellissimo libro fotografico che ci conduce attraverso l’arredamento degli spazi esterni.

Se ti appassionano giardinaggio e home décor, come a noi di Floralist, e cerchi libri per le vacanze “leggeri”, in questa opera troverai l’ispirazione giusta per rendere il tuo spazio esterno – una terrazza, un patio, l’angolo di un giardino – il luogo giusto dove organizzare una festa estiva, un pic-nic, un barbecue e ogni occasione per stare in compagnia all’aria aperta.

La stylist botanica Selina Lake ci fornisce consigli semplici ed eleganti su come disporre fiori di campo, illuminazione, tessuti floreali, mobili e decorazioni vintage, per ricreare un’atmosfera romantica e un po’ sognante.
Puoi conoscerla sul suo sito.

“Un giardino per tutte le stagioni”, di Vita Sackville-West

Ti piacciono i giardini all’inglese? In questo caso ti consigliamo questo volumetto della scrittrice e poetessa Vita Sackville-West, grande esperta di botanica, che realizzò e curò con il marito il giardino di Sissinghurst Castle, nel Kent, considerato uno dei più belli del mondo, celebre anche per una “stanza” interamente popolata di fiori bianchi di cui ti abbiamo parlato tempo fa.

Il libro è una raccolta degli articoli da lei scritti tra il 1946 e il 1961 per una rubrica sul giardinaggio sul magazine inglese “The Observer”, con consigli sui lavori da fare mese per mese, idee semplici e racconti delle sue esperienze con le mani nella terra.

È una lettura piacevole, animata dalle molte illustrazioni a colori dei fiori e delle piante descritte.

Buona estate e buona lettura, con i nostri libri per le vacanze!

Foto di apertira di Myriams-Fotos da Pixabay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *